Sei in: home > zen e dintorni > approfondimenti

Rilessione sulla notte di Rohatsu

7-8 dicembre 2007

Buongiorno Gassho,
sono Vanessa,
non so se ti ricordi di me, ho frequentato per un pò il tuo centro anni addietro ma trovandomi dalla parte opposta della città, anzi ancora più lontano, ti seguo con il cuore e svolgo le mie pratiche di meditazione con il mio Sangha locale.
Ricevo e leggo sempre con piacere la tua posta, perchè mi fa sentire unita e parte di un Sangha senza confini.
Nel leggere la tua ultima non ti nascondo che ho fatto un sobbalzo....
Lo scorso anno è nato Samuele mio figlio, prematuro di oltre un mese.
Rottura delle acque il 4 dicembre eppoi tutto si è fermato per giorni.
Si vociferava di intervenire per farlo nascere ed io non volevo proprio che qualcun'altro scegliesse il momento di far venire alla luce questa creatura, dunque per tutto il tempo ho seguito il respiro e meditato.
Intorno alle ore 20.00 del 7 qualcosa ha iniziato di nuovo a muoversi e alle 22.27 è nato spontaneamente in un batter d'occhio !
La notte tra il 7 e l'8 !
Per le dinamiche del travaglio e del parto naturale tutti i medici si sono meravigliati commentando:
Sembrava proprio volesse nascere per forza in questo momento e "da solo".
E' proprio un gran maestro (come tutti i bimbi), a pochi mesi di vita poi ha già dato prova della sua forza interiore.....
E' una bella campana che riconduce alla consapevolezza del momento, insegna a dimorare nel presente in verità, a non avere aspettative.

Un loto per te,
Vanessa

Torna indietro